RICERCA PERSONE DISPERSE IN SUPERFICIE

Per poter cominciare questa attività, bisogna innanzitutto avere un cane ben socializzato e con una buona attitudine al lavoro. Per poter affrontare e superare con successo una prova, cosidetto “brevetto”, che abilita il binomio a poter partecipare in modo operativo a delle ricerche, il cane deve essere preparato su tre versanti:

  • Ricerca: la prima parte del brevetto consiste nella simulazione di ricerca di una persona dispersa. Su ordine del conduttore, il deve trovare e segnalare il disperso in un’area più o meno grande, a seconda del livello ( può essere ” Attitudinale ” o ” Operativo “)
  • Obbedienza: in questa parte il cane deve dimostrare di essere sotto controllo eseguendo una serie di esercizi, tra i quali condotta al piede con e senza guinzaglio, richiamo, rimanere a terra, resta in gruppo con altri cani mentre ci sono anche altre distrazioni, invii direzionali, ecc.
  • Destrezza: In questa parte il cane deve superare una serie di attrezzi, dimostrando così una buona capacità fisica e mentale di superare eventuali ostacoli che si frappongono tra lui e il disperso. Tra gli ostacoli ci sono una palizzata, un salto, un passaggio in un cunicolo, un attraversamento di barriera con acqua, ecc.

I regolamenti dei brevetti sono visibili sul sito Enci.