CORSI PER CUCCIOLI

A differenza di qualche anno fa, quando le tecniche di addestramento erano basate sulla coercizione e si preferiva quindi iniziare ad addestrare i cani dopo l’anno di età, oggi è consigliabile iniziare sin da subito l’educazione dei cuccioli, essendo le tecniche ormai basate solo sul rinforzo positivo. Nel rispetto dei tempi del cane, si comincia solitamente con l’insegnamento dei primi comandi, lavorando a un loro perfezionamento in futuro. Si parte dunque con l’impartire al cane le giuste regole e quelle piccole sane abitudini che ci risparmieranno problemi in futuro. Il lavoro iniziale sul cucciolo comprende: conoscenza del clicker, autocontrollo sul cibo e sul gioco, giocare in modo corretto, gestione dell’iniziativa e degli spazi in casa, primi passi dei comandi ” seduto ” e ” terra”, restare solo in casa, imparare a non distruggere oggetti. Verrà dato inoltre molto spazio alla socializzazione, sia con gli altri cani che con le persone. Nella prima fase di vita il cane necessita di incontrare più stimoli possibili. Sarà quindi nostro compito farlo giocare con cuccioli di razze diverse (ogni razza ha infatti un proprio modo di giocare: i Labrador per esempio sono molto fisici e irruenti, i Border Collie amano giocare senza toccarsi più di tanto), così come predisporli all’incontro con una vasta tipologia di persone: dai bambini agli anziani, da persone di diverse etnie rispetto a quella del proprietario, a gente vestita in modo stravagante. Questa eterogeneità degli stimoli permette di allargare il range dei fenomeni “normali”, in modo che il cane non debba trovarsi in situazione di timore davanti a stimoli ignoti. Se nella prima fase della vita il cane cresce in un ambiente poco stimolato andrà più facilmente incontro a comportamenti paurosi di fronte a ciò che non conosce (questo ovviamente è subordinato ad alcune caratteristiche genetiche del cane).